Blog

 
     

Qual'è la differenza tra una App ed una Web App?

set 26 2017


App o web appVoglio pubblicare questo post perchè spesso vedo un po' di confusione sull'argomento.
I clienti quando chiedono le specifiche di alcune soluzioni si trovano spesso a chiederci la differenza fra un'app ed una webapp.

Partiamo dai concetti di base :
Un' app è un software che viene installato direttamente sul dispositivo (telefono o tablet) e risiede nella memoria (hard disk).
Una web app è un sito internet, con funzionalità ed impaginazioni pensate apposta per i dispositivi mobili, che risiede quindi su internet.

L'App:


Può interagire pienamente con tutte le funzioni messe a disposizione dall'hardware e dal sistema operativo (spesso anche con funzioni riservate non accessibili ai comuni mortali).
Implementa una logica push, l'utente avendola sempre sul "desktop" del telefono, la vede e ciclicamente è portato ad usarla.

Inoltre l'app permette di generare delle notifiche (push o in-app) che portano l'attenzione dell'utente direttamente sui contenuti da noi voluti. Se sviluppata correttmente garantisce ottime performance ed una user-experience di qualità, ormai indispensabile perchè gli utenti sono esigenti.

La Web App:
Può interagire molto limitatamente con le funzioni messe a disposizione dal telefono.
Implementa una logica pull, l'utente deve aprire il browser del telefono e navigare sull'indirizzo corretto (deve essere lui a cercarla).

E' vero che è possibile creare una scorciatoia sul "desktop" del telefono che punti direttamente ad una web app o ad un sito ma l'80% delle persone che conosco non sa come fare questa operazione.
E' limitata dalla connessione internet del luogo e dalla disponibilità di traffico dell'utente.


Sistemi ibridi:
Esistono dei sistemi utilizzati da alcuni sviluppatori che permettono di prendere una web-app (un sito internet quindi) e di incapsularlo in una componente software per essere pubblicata sugli store e scaricata sul telefono (phonegap, corona ed altri).

Questa è la soluzione che scelgono gli sviluppatori alle prime armi perchè è molto semplice da realizzare (basta sapere un po' di html) ma chiaramente ha i suoi difetti.

In primis perchè comunque sono pagine html che vengono eseguite in un browser all'interno dell'app ibrida e quindi subiscono naturalmente un calo di prestazioni.
Secondo perchè pur avendo maggiori possibilità di interazione col telefono di una web app tradizionale, hanno comunque delle forti limitazioni soprattutto per l'editing di immagini, animazioni e tutti quei dettagli che rendono cool l'utilizzo di un'app sul telefono.

Io sono un forte sostenitore dello sviluppo tradizionale, quello per cui ci vogliono dei veri professionisti.
Troppe volte si sono recati da noi dei clienti con app fatte in maniera ibrida, che risultano poi da buttare, magari pagate poco ma pur sempre denaro, tempo ed impegno buttato.
Piuttosto che una web-app suggerirei di rendere il proprio sito completamente responsive ,con delle impaginazioni che si adattano a seconda del dispositivo che le visualizza.
Dico questo perchè anche per fare un sito responsive fatto bene ci vuole gente preparata.

 

E si sa, l'informatica non è un mestiere in cui ci si può improvvisare, solo il continuo studio ed aggiornamento può dare dei risultati apprezzabili.


Totale: 0 Commenti